"Come consumatore hai un potere enorme, usalo!"

Noi di Family Nation crediamo che sia importante fare scelte che contribuiscano al cambiamento. Per la Fashion Revolution abbiamo chiesto ai marchi di raccontarci qualcosa in più su come, dove e chi produce gli abiti e gli accessori che tanto amiamo. Sono storie bellissime, leggile!
Il Team di Family Nation

Scegli sostenibile:


     

*valido solo sui marchi: Frugi, Tiny Cottons, Sense Organics, Mini Rodini, Poudre Orginic, Mara Mea, Boob, Gray Label, Bean's Barcelona, The Bonnie Mob, Petit Oh!, Nadadelazos, Bobo Choses, Lilly+Sid, Numero74     


       

Scopri Numero 74:

 



          

Scopri Frugi:

 


     

Scopri Nadadelazos:

 


"Scegliere cosa acquistiamo
può creare il mondo che vogliamo"

Tutti ricordiamo che il 24 Aprile 2013, il Rana Plaza, una fabbrica tessile di otto piani, crollò a Dacca, capitale del Bangladesh.
Tra le persone che lavoravano lì furono 1129 le vittime, circa 2515 i feriti.
Da qui nasce la Fashion Revolution: un movimento globale non-profit con una campagna che si ripete ogni anno.
Durante la settimana dal 19-25 Aprile, tantissime persone e aziende di tutto il mondo partecipano a questa campagna
per dimostrare al mondo che un cambiamento è possibile per le persone che lavorano e realizzano vestiti che indossiamo ogni giorno.

 

Dal 19 al 25 Aprile, partecipa concretamente e fai la tua parte per ispirare il cambiamento nel mondo della moda!
Come? Per iniziare, così:

1. "Chi ha fatto i miei vestiti?" questa è la domanda che pone Fashion Revolution a tutti noi.
Per fare in modo che i marchi di abbigliamento rispondano, basta indossare un tuo abito al contrario, con l'etichetta bene in vista,
fotografarsi e condividere le foto attraverso i social con l'hashtag #whomademyclothes e #fashrev.

2. Tagga i grandi marchi della moda nelle tue foto e condividi le loro risposte.

3. Scegli i marchi che investono in un futuro etico e sostenibile per la moda e chiedi maggiore trasparenza sulla filiera.
Come consumatore hai un potere enorme, usalo.

Scopri quante persone stanno partecipando al movimento: cerca sui social #whomademyclothes e condividi.

Puoi partecipare anche tu!